Solidarietà per Cuba o proposta di modello sociale



“Ho chiesto di parlare, dopo tantissimo tempo che sto zitto, perchè penso che siamo arrivati ad un momento particolare. E nel mio stile, cioè di quello che è un “fuori stanga”; che dice quello che pensa; che usa la provocazione come strumento per far mandare avanti le idee. Io, questa sera, ho deciso di provocarvi. Di provocarvi in modo affettuosissimo…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *